...

Tutto quello che avete sempre desiderato sapere su KFC!

Hai delle curiosità di cui non trovi risposta? Invia la tua domanda al Colonnello e la pubblicheremo insieme alla risposta.

...
...

Colonnello Sanders, che cosa significa KFC?

KFC è una sigla che sta per “Kentucky Fried Chicken”, ovvero “Pollo fritto del Kentucky”. A me è sempre piaciuto dire le cose in poche parole e “Pollo fritto del Kentucky” è il modo più semplice per dire che cosa facciamo: pollo fritto ispirato al piatto tradizionale del Kentucky!

Share Tweet
...
...

Colonnello…è una coincidenza?

In effetti la forma del Kentucky ricorda molto la sagoma del mio pollo fritto!

Share Tweet
...
...

Colonnello, che cosa sono i Bucket?

Sono dei secchielli per mangiare pollo fritto in allegra compagnia. Pensati per gli alimenti, ideali per il pollo fritto. Sono per 2 o per 4 persone. In effetti, ci sono due cose nella vita che amo: gli amici e il pollo fritto. Ma in realtà la cosa che amo più di tutte sono gli amici che amano il pollo fritto!

Share Tweet
...
...

Colonnello, chissà quante volte te lo hanno chiesto, ma quali sono gli ingredienti segreti della Original Recipe?

Ma che domanda è? Va bene, visto che sei tu a chiederlo, ti svelo gli ingredienti segreti. Eccoli:
1. ...
2. ...
3. ...

Share Tweet
...
...

Colonnello, come prepari il tuo mitico pollo fritto?

Usiamo solo polli da 2 chili. È una dimensione superiore a quella normalmente utilizzata nell’industria alimentare, che predilige polli più piccoli e commercialmente più convenienti. Ma è la dimensione ideale per i miei famosi Bucket KFC: i polli interi vengono infatti tagliati in 9 pezzi, quindi semplicemente infarinati e cotti direttamente nelle cucine del ristorante.

Share Tweet
...
...

Ma Colonnello, è vero che il tuo pollo è preparato al momento?

Assolutamente sì! Nei miei ristoranti si lavora molto duramente per cucinare il pollo. È questo che fa la differenza e l’assaggio lo rivela: il pollo viene marinato, infarinato e fritto ogni santo giorno nei miei ristoranti, seguendo accuratamente le mie procedure e ricette dal 1952! I miei ragazzi lo chiamano ISP, In Store prepared, o come dite voi in Italia, preparato in ristorante.

Share Tweet
...
...

Colonnello, quali allergeni contengono le tue ricette?

Può essere che le mie ricette contengano ingredienti a cui alcune persone sono allergiche o intolleranti. Controlla sulla lista degli ingredienti che trovi esposta nei miei ristoranti prima di ordinare.

Share Tweet
...
...

Colonnello, come mai il menu in Italia non contiene tutte le specialità, panini, bibite e contorni che trovo nei KFC all’estero?

In Italia abbiamo portato per ora il meglio delle mie ricette, i grandi classici di Kentucky Fried Chicken. E poi non vogliamo togliervi il gusto di viaggiare ;-) In ogni caso, a me piace sperimentare e accogliere le nuove proposte. Se proprio non puoi resistere, crea una petizione su Facebook per chiedere di introdurre la tua ricetta preferita nei menu anche in Italia.

Share Tweet
...
...

Colonnello, ma che olio usi per la frittura?

Grazie per la domanda. So che vi sta a cuore il problema dell’olio di palma, per preservare le foreste dei nostri nonni, gli oranghi! Noi di KFC usiamo un mix di olio di semi, palm oil free. Gli oranghi sono i benvenuti.

Share Tweet
...
...

Mister Sanders…insomma Colonnello, è vero che utilizzi la friggitrice a pressione? Posso chiederti perché?

È stata una mia intuizione: durante la grande depressione del ’29 negli USA dovevi ingegnarti e tirar fuori il meglio delle idee, partendo da zero. Un po’ come voi adesso, con la crisi e la globalizzazione: sono le idee che fanno la differenza! Io mi arrovellavo su questo: come friggere il pollo in metà tempo, per non far aspettare i clienti della mia pompa di benzina nel Kentucky... In effetti la frittura a pressione consente di usare l’olio a temperature più basse e fa sì che il pollo nella cottura non disperda i succhi e gli umori che ne danno tutto il gusto! Che ne dici, geniale non trovi?

Share Tweet
...
...

Colonnello Sanders, quali erano i tuoi sogni? Che cosa chiedevi alla vita?

Bella la tua domanda, sei un tipo interessante, vorrei conoscerti di persona per fare due chiacchere, magari davanti un Bucket di pollo fumante…. In effetti io ho avuto solo un semplice desiderio: diventare il primo venditore di pollo fritto al mondo. E ci sono riuscito! L’importante è trovare il proprio sogno, qualunque esso sia, crederci e diventare il N°1. Tu in che cosa ti stai impegnando?

Share Tweet
...
...

Colonnello Sanders, tu sei partito dal pollo del Kentucky e hai fondato una delle imprese più grandi al mondo. Qual è il segreto del successo?

Ah….ma allora sei un ambizioso? Mi piace, mi piace! Dopo aver lavorato una vita intera, partendo da una semplice pompa di benzina, e aver viaggiato in lungo e in largo, e aver portato il mio pollo fritto in tutti gli angoli della terra, posso dire che il segreto per avere successo nella vita è lavorare, lavorare molto duramente. Non importa quale sia il tuo settore: l’unica cosa che fa la differenza è impegnarsi. E non c’è altro impegno che quello dei duri! E non c’è duro impegno che non porti a risultati. Ora, dimmi: sentirò parlare della tua impresa un giorno?

Share Tweet